La Città inclusiva

Non lascia indietro nessuno e si rinnova con l’aiuto di tutti

.

Fare rete tra le realtà associative, gli operatori e di mutuo soccorso è il modo in cui deve operare il comune nelle politiche sociali.
Non si può fare da soli e non si può fare a prescindere. Roma Capitale nel sociale non basta a se stessa.
Bisogna essere radicali: si tratta di avviare un vero e proprio patto di cooperazione, coprogettazione e coprogrammazione tra Roma e le realtà che già operano nel territorio e che durante la pandemia hanno rappresentato una risorsa decisiva per aiutare i cittadini in diffcoltà.
Una rete per il welfare e il mutuo aiuto per un Piano di azione per il sociale e i diritti.

 

Il patrimonio pubblico per le persone

Recuperare il patrimonio pubblico per rispondere alle esigenze delle persone Roma è una città ricca di strutture pubbliche: oltre un quarto del suolo e degli edifci di Roma sono di proprietà pubblica: ben 33.762 ettari, dei quali la metà sono di proprietà di Roma Capitale (l’11%). Molte strutture comunali sono ...
Leggi Tutto

La città vicina

La città vicina alle persone che hanno più bisogno Occorre attuare la legge 112 ma anche oltre la legge. Promuovere un progetto speciale del Comune di Roma per favorire la realizzazione di case del Dopo di noi utilizzando il patrimonio comunale, a partire da quello confscato alle mafe. Dopo di ...
Leggi Tutto

La città delle donne

Ancora oggi sulle donne grava la maggior parte del carico della cura dei fgli e degli anziani, questo porta agli alti indici di disoccupazione femminile, incrementati a seguito della pandemia. Serve un sistema di welfare che supporti le famiglie e favorisca l’autonomia delle donne. Sono ancora troppo pochi, mal distribuiti ...
Leggi Tutto

La città dell’accoglienza

Roma è il luogo di residenza per 385.000 persone di origine extra-italiana. Quasi un abitante su otto. La maggior parte di loro, è inserita socialmente attraverso lavori low-skilled, con forti differenze di genere.Nel 2018 gli stranieri residenti nella città metropolitana erano circa 556.000, il 15,5% della forza lavoro. Eppure a ...
Leggi Tutto

La città che cura

Ospedali, ambulatori e case di cura sono concentrati dentro il GRA, soprattutto nel I e II municipio e all’Eur. L’arroccamento del sistema sanitario nelle “fortezze” ospedaliere e l’indebolimento dei presìdi territoriali amplifcano i divari di salute tra quartieri. Esistono sacche di povertà’ sociale, prima ancora che economica, che solo molto ...
Leggi Tutto

Diritto all’abitare

Garantire il diritto all’abitare attraverso una politica comunale per la casa L’abitare è il presupposto necessario e indispensabile per essere cittadini, per avere una città equa, inclusiva e quindi sicura. La questione casa non è una emergenza è un diritto, è il presupposto per il diritto alla città. Nonostante la ...
Leggi Tutto

Contrasto alla povertà

Il Campidoglio, punto di riferimento per il contrasto alla povertà Il reddito pro-capite del VI municipio è meno della metà di quello del I municipio, una condizione che ha consentito il proliferare delle Mafe, soprattutto dopo il COVID-19. La povertà è un fenomeno strutturale: occorre fare rete fra il Campidoglio ...
Leggi Tutto
Condividi su:
sii il primo a condividere
Scroll Up