Meno ostacoli lungo i percorsi

Una città accessibile e senza barriere architettoniche è una città per tutti, non solo per i disabili. Se pensiamo a chi ha più diffcoltà, come le persone con disabilità, le persone anziane o i genitori con passeggini, pensiamo per tutti e realizziamo una città migliore. Evitiamo di spargere nello spazio pubblico altri inciampi: i contratti per monopattini, bici e quant’altro devono prevedere appositi stalli per il parcheggio. Chi lascia i monopattini sul marciapiede deve continuare a pagare. Non è una misura rivolta solo agli ipovedenti, ma anche per chi fa fatica a camminare, per chi si muove con passeggini e carrozzine. Uno spazio pubblico più ordinato è un valore per tutti.

Condividi su:
sii il primo a condividere
Scroll Up