Innovazione ambientale

Il settore pubblico come committente dell’innovazione ambientale

A Roma le fonti rinnovabili di energia coprono solo il 6% della produzione totale della città metropolitana. Il 78% dei rifuti indifferenziati romani va in discarica (2018). Gli impianti AMA coprono il 15% del totale dei rifuti prodotti a Roma. La dispersione idrica dell’acquedotto è del 30%. 29mila tonnellate di cibo vanno sprecate ogni anno. 1/3 degli autobus è Euro3; l’età media è di 10 anni.

Possiamo rovesciare questi numeri e fare di Roma una capitale dell’innovazione ambientale. Il settore pubblico può essere il principale committente dell’innovazione tecnologica e organizzativa

Condividi su:
sii il primo a condividere
Scroll Up